Huawei Mate X sempre più vicino: il primo al mondo a ricevere il certificato CE per il 5G

Il nuovo Huawei Mate X è il primo smartphone a ricevere la certificazione CE per il 5G da parte di TÜV Rheinland, l’ente di certificazione leader a livello internazionale. Questo non fa altro che confermare non solo l’arrivo del nuovo device, il primo pieghevole dell’azienda, ma anche il passaggio a pieni voti nella valutazione dei test sulla nuova rete ad alta velocità anche per i paesi europei.

“Rispetto alla generazione precedente, i prodotti e la tecnologia 5G sono più complessi”, afferma Bruce LeeVice Presidente della divisione smartphone di Huawei Consumer Business Groupdurante la cerimonia di premiazione. “Le certificazioni 5G che valutano gli standard della tecnologia e dei dispositivi sono in continuo miglioramento, e infatti riuscire a fornire un giudizio sugli smartphone 5G è una sfida senza precedenti. Huawei e TÜV Rheinland, insieme, sono riusciti a fare enormi passi avanti nelle tecnologie necessarie per le certificazioni. In futuro, Huawei continuerà a collaborare con TÜV Rheinland a sostegno della ricerca per tecnologie di certificazione dei prodotti, e per portare i terminali 5G sul mercato”.

Huawei Mate X: il primo al mondo pieghevole e certificato 5G

Un record dunque per il nuovo smartphone dell’azienda cinese, primo al mondo pieghevole con il supporto al 5G, che sembra quanto mai pronto per l’arrivo in Europa e non in tutto il mondo. Il device, lo ricordiamo, è in possesso di un pannello completamente pieghevole capace per la prima volta di essere usato sia in modalità “smartphone” ossia con un doppio display da 6.6 pollici e 6.38 pollici all’evenienza oppure in modalità “tablet” con il pannello completamente aperto capace di raggiungere gli 8 pollici di diagonale.

Il record però per Huawei Mate X non è solo quello del display pieghevole ma anche della possibilità di supportare la nuova rete veloce 5G in arrivo. Lo smartphone è infatti dotato di tecnologie e brevetti capaci di farlo funzionare in multi-channel. Questo grazie al nuovo chip multi-mode Balong 5000 realizzato appositamente e capace di avere switch a tutte le reti ossia con tecnologia a 2G, 3G, 4G ma anche 5G. Il modem è riuscito a raggiungere nei test velocità in download pari a 4.6Gbps con il Sub-6GHz.

Non solo perché Balong 5000 è anche il primo chip al mondo capace di supportare SA e NSA contemporaneamente, riuscendo ad adattarsi ai diversi formati di hardware per venire incontro alle esigenze degli utenti e degli operatori telefonici. Infine la presenza di ben quattro set di antenne 5G con tecnologie all’avanguardia inserite nel corpo pieghevole di Huawei Mate X garantiscono un segnale 5G fluido, potente e stabile almeno secondo i primi test dell’azienda.

TÜV Rheinland si è occupata dell’intero processo di certificazione CE degli smartphone 5G di Huawei, che è un requisito di qualità richiesto per l’importazione e la vendita dei prodotti nell’Unione Europea, oltre a un riconoscimento obbligatorio per entrare sul mercato occidentale. I beni con certificazione CE garantiscono l’adempimento di una serie di requisiti, come il wireless, la compatibilità elettromagnetica, la sicurezza per la salute, la protezione sia dell’ambiente sia del consumatore. Ecco che il nuovo Huawei Mate X, è riuscito ad ottenere proprio tale certificazione CE, soddisfacendo tutti i criteri e le regolamentazioni in ogni fase del processo produttivo, dal design allo sviluppo dello smartphone. Tra le diverse specifiche dichiarate, in particolare la radiofrequenza (RF), la compatibilità elettromagnetica (EMC), la sicurezza e il tasso di assorbimento specifico (SAR) hanno superato i severi test della certificazione CE.

Stefan Kischka ha fatto i complimenti a Huawei dichiarando: “Posso affermare, con molta soddisfazione, che TÜV Rheinland è testimone della potenza tecnologica di Huawei sul 5G, che porterà grandi benefici sia al settore che ai consumatori. TÜV Rheinland ha lavorato con costanza nel settore delle tecnologie wireless per molti anni, ed è per questo che siamo eccitati all’idea di continuare a lavorare con Huawei per creare, promuovere e far affermare la nuova era del 5G”.

Huawei Mate X davvero in arrivo

Il nuovo smartphone dell’azienda cinese è dunque sempre più vicino. Lo abbiamo visto per la prima volta a Barcellona durante l’evento organizzato da Huawei ma lo abbiamo finalmente toccato con mano anche qualche giorno dopo direttamente in Italia al Huawei Store di Milano capendo effettivamente quale sia il futuro del mercato dei device mobili. Il nuovo Mate X è sicuramente un prodotto “futuristico” ma già attuale e la possibilità di creare una nuova categoria in questo mercato non potrà che far bene agli utenti ma anche alle case produttrici.

Il nuovo Huawei Mate X arriverà nella seconda metà del 2019 ad un prezzo di ben 2.299€ ma è chiaro che l’innovazione debba essere pagata almeno in questa prima fase di sviluppo. Sarà uno smartphone per pochi ma chissà che nel giro di poco non diventi invece “il device di tutti”. Questo potremo scoprirlo solo nei prossimi mesi o anni.

FONTE :www.hwupgrade.it

Share this post: