Aggiornamento diWindows 10 May 2019 , la decisione spetterà agli utenti

windows 10 may 2019 update

Dopo tutti i danni causati dall’October 2019 Update per Windows 10 (rilasciato, ritirato, rilasciato di nuovo, con contorno di utenti frustrati e adirati), Microsoft ha deciso di procedere con un po’ più di criterio per l’imminente aggiornamento semestrale del sistema operativo.

La prima mossa in questo senso è stata la decisione di posporlo un po’, e così quello che sarebbe dovuto essere l’April 2019 Update diventerà il May 2019 Update: il tempo aggiuntivo servirà a condurre ulteriori test, nella speranza che ciò permetta di produrre un aggiornamento stabile.

Già questa è una buona notizia, ma c’è dell’altro. Mike Fortin, vicepresidente di Microsoft, ha annunciato che gli utenti potranno decidere quando avviare l’installazione del May Update anziché – come succedeva finora – essere costretti a lasciare una decisione tanto importante nelle mani di Windows.

«Durante la distribuzione dei precedenti aggiornamenti di Windows 10, l’installazione veniva iniziata automaticamente non appena i dati ci facevano saper che l’esperienza dell’aggiornamento sarebbe stata grandiosa» ha dichiarato Fortin, evidentemente glissando su certi dettagli riguardanti il modo in cui quella esperienza spesso si svolge.

«A partire dal May 2019 Update di Windows 10, gli utenti avranno un maggiore controllo sull’avvio dell’aggiornamento dell’OS. Presenteremo una notifica per informare della disponibilità dell’aggiornamento e per fare sapere che, in base ai nostri dati, l’installazione è raccomandata, ma spetterà per lo più all’utente decidere quando l’aggiornamento debba essere applicato».

Il fatto che la scelta spetti «per lo più»all’utente ci dice che rimandare l’installazione dell’aggiornamento sarà possibile, ma anche che non si potrà andare avanti all’infinito: a un certo punto bisognerà prendere il coraggio a due mani e cedere. Tuttavia, questo maggiore controllo nelle mani degli utenti pare una novità positiva.

È bene poi ricordare come, in ossequio alle politiche introdotte da Microsoft alla fine del 2018, il May Update verrà inizialmente proposto, alla fine di maggio, soltanto a quanti effettueranno una ricerca manuale degli aggiornamenti tramite Windows Update.

Chi invece d’abitudine lascia che sia Windows a gestire l’installazione degli aggiornamenti, riceverà la notifica della disponibilità del May Update soltanto quando il sistema operativo deciderà che il processo possa concludersi in maniera ottimale. Sperando che questa volta non ci siano sorprese.

 

Fonet:https://www.zeusnews.it/n.php?c=27252

Share this post: